Chi è Guido Taietti, picchiatore che presenterà il suo libro a Cernusco s/n il 13 marzo 2021

CHI E’ GUIDO TAIETTI, DIRIGENTE DI CASAPOUND, IL CUI LIBRO FRANCESO POLACCHI VORREBBE PRESENTARE A CERNUSCO SUL NAVIGLIO: CONDANNATO A PIÙ DI SETTE ANNI PER LESIONI GRAVISSIME NEL CORSO DI UN’AGGRESSIONE NEI CONFRONTI DI UN MILITANTE DI SINISTRA A CREMONA LA FARSA DI UN PRESIDIO A DIFESA DELLA “CULTURA” IL PROSSIMO 13 MARZO Francesco Polacchi,… Read More Chi è Guido Taietti, picchiatore che presenterà il suo libro a Cernusco s/n il 13 marzo 2021

Giovedì 18 marzo 2021 ricordo in via Mancinelli di Fausto e Iaio assassinati dai fascisti dei NAR

Giovedì mattina alle 10.30 si renderà omaggio alla lapide posta in via Mancinelli in ricordo di Fausto Tinelli e Lorenzo Iannucci (Fausto e Iaio) assassinati, la sera del 18 marzo 1978, da un commando fascista dei Nar.​​Il duplice delitto avvenne a sole 48 ore dal rapimento di Aldo Moro e dall’uccisione della sua scorta da… Read More Giovedì 18 marzo 2021 ricordo in via Mancinelli di Fausto e Iaio assassinati dai fascisti dei NAR

In memoria di RENATO BIAGETTI, ucciso sulla spiaggia di Focene (Roma) da due neofascisti il 27 agosto 2006. Ecco il racconto della sua fine.

«Renato BIAGETTI, ventisei anni, fresco di laurea in ingegneria, tecnico del suono e grande appassionato di musica reggae. La notte tra il 26 e il 27 agosto del 2006, era stato proprio l’amore per i ritmi afro-giamaicani a spingere Renato a mettersi in macchina insieme a Laura, la fidanzata e a Paolo, il suo migliore… Read More In memoria di RENATO BIAGETTI, ucciso sulla spiaggia di Focene (Roma) da due neofascisti il 27 agosto 2006. Ecco il racconto della sua fine.

LA VERGOGNA DELLA MOBILITAZIONE DEL FRONTE NEGAZIONISTA NEL QUARANTESIMO DELLA STRAGEDI BOLOGNA , TRA LORO IL CONDANNATO LUIGI CIAVARDINI, GRUPPI NEOFASCISTI E NEONAZISTI, ESPONENTI DELLA DESTRA E DEI CINQUE STELLE

LA VERGOGNA DELLA MOBILITAZIONE DEL FRONTE NEGAZIONISTA NEL QUARANTESIMO DELLA STRAGE DI BOLOGNA , TRA LORO IL CONDANNATO LUIGI CIAVARDINI, GRUPPI NEOFASCISTI E NEONAZISTI, ESPONENTI DELLA DESTRA E DEI CINQUE STELLE ​Il prossimo 2 agosto, senza vergogna e per la prima volta, proprio in occasione del quarantesimo anniversario della strage alla stazione di Bologna, si… Read More LA VERGOGNA DELLA MOBILITAZIONE DEL FRONTE NEGAZIONISTA NEL QUARANTESIMO DELLA STRAGEDI BOLOGNA , TRA LORO IL CONDANNATO LUIGI CIAVARDINI, GRUPPI NEOFASCISTI E NEONAZISTI, ESPONENTI DELLA DESTRA E DEI CINQUE STELLE

Non lasciamo il 2 giugno alla destra. Manifestazione a Roma

Abbiamo aderito all’appello: “Non lasciamo il 2 giugno alla destra. Manifestazione a Roma”. Appuntamento il 2 giugno a Roma dalle 10 alle 13 in Piazzale Tiburtino (San Lorenzo). La Festa del 2 giugno è la giornata in cui si celebra la nascita della nostra Repubblica. Il nostro paese, dopo più di venti anni di sopraffazione fascista e di… Read More Non lasciamo il 2 giugno alla destra. Manifestazione a Roma

28 MAGGIO 1974 LA STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA

28 MAGGIO 1974 LA STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA di Saverio Ferrari IL 20 GIUGNO 2017 LA CORTE DI CASSAZIONE CONFERMO’ LA CONDANNA ALL’ERGASTOLO PER MAURIZIO TRAMONTE E CARLO MARIA MAGGI DI ORDINE NUOVO. RIPUBBLICHIAMO UN ARTICOLO DI SAVERIO FERRARI USCITO IL GIORNO SUCCESSIVO SUL MANIFESTO. STRAGE DI BRESCIA DEL 28 MAGGIO 1974: OTTO MORTI… Read More 28 MAGGIO 1974 LA STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA

I NAZISTI DI «LUDWIG» E IL ROGO DEL CINEMA EROS A MILANO DEL 1983: LA PIÙ GRAVE STRAGE A SFONDO POLITICO DOPO PIAZZA FONTANA.

di Saverio Ferrari UNA STRAGE DIMENTICATASabato 14 maggio 1983 un furioso incendio doloso avvolse l’Eros Sexy Center di viale Monza 101 a Milano. Un cinema a luci rosse. Verso le 17.45, poco dopo l’inizio del secondo tempo del film in programma, il locale prese fuoco a causa dello sversamento di 25 litri di benzina, contenuti… Read More I NAZISTI DI «LUDWIG» E IL ROGO DEL CINEMA EROS A MILANO DEL 1983: LA PIÙ GRAVE STRAGE A SFONDO POLITICO DOPO PIAZZA FONTANA.

1948: QUANDO IL 25 APRILE FU VIETATO MANIFESTARE, E SI MANIFESTO’ UGUALMENTE.

Ci fu un 25 aprile in cui fu proibito di manifestare in piazza. Accadde nel 1948.Il governo (il quarto governo De Gasperi, con le sinistre già estromesse, ministro agli interni l’onorevole Mario Scelba) vietò le commemorazioni all’aperto della Liberazione e l’uso in pubblico di uniformi o divise (quindi i contrassegni partigiani).Eppure il Decreto Legge n.… Read More 1948: QUANDO IL 25 APRILE FU VIETATO MANIFESTARE, E SI MANIFESTO’ UGUALMENTE.