Non lasciamo il 2 giugno alla destra. Manifestazione a Roma

Abbiamo aderito all’appello: “Non lasciamo il 2 giugno alla destra. Manifestazione a Roma”. Appuntamento il 2 giugno a Roma dalle 10 alle 13 in Piazzale Tiburtino (San Lorenzo). La Festa del 2 giugno è la giornata in cui si celebra la nascita della nostra Repubblica. Il nostro paese, dopo più di venti anni di sopraffazione fascista e di… Read More Non lasciamo il 2 giugno alla destra. Manifestazione a Roma

28 MAGGIO 1974 LA STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA

28 MAGGIO 1974 LA STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA di Saverio Ferrari IL 20 GIUGNO 2017 LA CORTE DI CASSAZIONE CONFERMO’ LA CONDANNA ALL’ERGASTOLO PER MAURIZIO TRAMONTE E CARLO MARIA MAGGI DI ORDINE NUOVO. RIPUBBLICHIAMO UN ARTICOLO DI SAVERIO FERRARI USCITO IL GIORNO SUCCESSIVO SUL MANIFESTO. STRAGE DI BRESCIA DEL 28 MAGGIO 1974: OTTO MORTI… Read More 28 MAGGIO 1974 LA STRAGE DI PIAZZA DELLA LOGGIA

I NAZISTI DI «LUDWIG» E IL ROGO DEL CINEMA EROS A MILANO DEL 1983: LA PIÙ GRAVE STRAGE A SFONDO POLITICO DOPO PIAZZA FONTANA.

di Saverio Ferrari UNA STRAGE DIMENTICATASabato 14 maggio 1983 un furioso incendio doloso avvolse l’Eros Sexy Center di viale Monza 101 a Milano. Un cinema a luci rosse. Verso le 17.45, poco dopo l’inizio del secondo tempo del film in programma, il locale prese fuoco a causa dello sversamento di 25 litri di benzina, contenuti… Read More I NAZISTI DI «LUDWIG» E IL ROGO DEL CINEMA EROS A MILANO DEL 1983: LA PIÙ GRAVE STRAGE A SFONDO POLITICO DOPO PIAZZA FONTANA.

1948: QUANDO IL 25 APRILE FU VIETATO MANIFESTARE, E SI MANIFESTO’ UGUALMENTE.

Ci fu un 25 aprile in cui fu proibito di manifestare in piazza. Accadde nel 1948.Il governo (il quarto governo De Gasperi, con le sinistre già estromesse, ministro agli interni l’onorevole Mario Scelba) vietò le commemorazioni all’aperto della Liberazione e l’uso in pubblico di uniformi o divise (quindi i contrassegni partigiani).Eppure il Decreto Legge n.… Read More 1948: QUANDO IL 25 APRILE FU VIETATO MANIFESTARE, E SI MANIFESTO’ UGUALMENTE.

MARIANO COMENSE (CO): APOLOGIA DI NAZISMO IN CENTRO CITTA’.

MARIANO COMENSE (CO): APOLOGIA DI NAZISMO IN CENTRO CITTA’. Intervengano subito le autorità e vengano perseguiti i responsabili. Ancora gravi azioni apologetiche nella nostra provincia. Questa volta è successo a #MarianoComense, quarta città per importanza della provincia di #Como. E’ stato segnalato proprio oggi alla nostra redazione che, nella centrale via Tre Venezie, all’atezza del civico 19,… Read More MARIANO COMENSE (CO): APOLOGIA DI NAZISMO IN CENTRO CITTA’.

FAUSTO E IAIO, QUARANTADUE ANNI DOPO.

L’AGGUATO  “Mancano una manciata di minuti alle ore 20.00 di quella maledetta sera del 18 marzo 1978. Tra poco risuoneranno i rintocchi del campanile della chiesa di San Materno al Casoretto. In via Mancinelli, davanti all’ingresso della Anderson School, sostano tre giovani, sembrano in attesa di qualcuno. Due di loro vestono impermeabili chiari, il terzo… Read More FAUSTO E IAIO, QUARANTADUE ANNI DOPO.

IN RICORDO DI ROBERTO FRANCESCHI: “RAGAZZO COME GLI ALTRI” CADUTO PER UNA “NUOVA RESISTENZA”.

IN RICORDO DI ROBERTO FRANCESCHI: “RAGAZZO COME GLI ALTRI”CADUTO PER UNA “NUOVA RESISTENZA” Il 22 gennaio Roberto Franceschi, studente del secondo anno di Economia politica dell’universita Bocconi, compila il modulo di richiesta per un’assemblea. “Il sottoscritto, Roberto Franceschi, chiede l’agibilità di un’aula nella serata del giorno 23-I-1973 a scopo di dibattito con gli studenti dell’Università… Read More IN RICORDO DI ROBERTO FRANCESCHI: “RAGAZZO COME GLI ALTRI” CADUTO PER UNA “NUOVA RESISTENZA”.

Quando la cosiddetta sicurezza uccide

Quando la cosiddetta sicurezza uccide: un articolo della Rete “Como senza frontiere”. Un migrante georgiano di 38 anni, Vakhtang Enukidze, è morto all’Ospedale di Gorizia in seguito alle lesioni riportate all’interno del Centro di Permanenza per i Rimpatri (CPR) di Gradisca. Diverse le versioni dell’accaduto. Secondo quella ufficiale ci sarebbe stata una rissa tra “detenuti”, mentre l’associazione… Read More Quando la cosiddetta sicurezza uccide